Your browser is out-of-date!

Update your browser to view this website correctly. Update my browser now

×

FAQ

Indicate la vostra nazione e il vostro numero di telefono.
Poi fate clic su INVIA, vi richiameremo gratuitamente.

Recupero dell’IVA

  • Chi ha il diritto di recuperare l’IVA estera?

    Per essere autorizzati a recuperare l’IVA, è necessario:

    • Svolgere attività di trasporto merci
    • Non avere N° di partita IVA nei paesi di rimborso
    • Utilizzare veicoli da 3,5 tonnellate minimo.
  • In quale paese posso recuperare l’IVA?

    • In tutti i paesi dell’UE
    • In alcuni paesi aventi accordi di reciprocità: Norvegia e Svizzera
  • Su quali acquisti posso recuperare l’IVA?

    È possibile recuperare l’IVA sulla maggior parte dei prodotti e servizi relativi alla vostra attività di trasporto: gasolio, pedaggio, AdBlue, lubrificanti, riparazioni, accessori, spese di parcheggio, controllo tecnico, lavaggio di mezzi pesanti, hotel, ristorazione, tunnel, ponti…

    Il dettaglio dei prodotti e dei servizi sui quali è possibile il recupero dell’IVA varia in funzione di ciascun paese.

  • Per quanto tempo devo aspettare il rimborso dell’IVA?

    Il termine di rimborso dell’IVA varia da un paese all’altro.

    Legalmente, le autorità fiscali dispongono di un termine massimo di 4 mesi per elaborare una pratica. In realtà, questo termine può variare al rialzo o al ribasso in funzione di ciascun paese.

    Per avere un’idea più precisa dei termini constatati da EUROVAT, consultate la scheda alla pagina « recupero dell’IVA »

  • Posso evitare questi termini di attesa variabili?

    Sì, sottoscrivendo un’offerta di rimborso IVA velocizzato. Consultate le nostre offerte o contattateci per saperne di più.

  • Quali sono gli importi minimi di IVA da recuperare?

    • 400 € per una pratica trimestrale
    • 100 € per una pratica annuale

Recupero delle tasse sul gasolio

  • Cosa sono le ACCISE?

    Sono tasse specifiche sul gasolio.

  • Chi può recuperare le accise sul GASOLIO?

    EUROVAT recupera le accise sul gasolio per conto di autotrasportatori con sede nell’UE. Sono tenuti ad effettuare il trasporto di merci ed EUROVAT deve altresì essere il loro recuperatore di IVA. Il peso dei veicoli deve essere minimo pari a 7,5 tonnellate.

    È necessario essere in grado di fornire i libretti di circolazione e i contratti di noleggio/leasing, nonché le fatture con gli elenchi dei pieni di rifornimento.

  • In quali paesi posso recuperare le tasse sul GASOLIO?

    • Francia
    • Belgio
    • Spagna
    • Italia
    • Slovenia
    • Ungheria
  • Su quali prodotti posso recuperare le ACCISE?

    Soltanto sul gasolio.

  • Quali sono i termini di rimborso delle ACCISE?

    Il termine di rimborso delle accise varia secondo ciascun paese; da 1 mese a circa 2 anni. Potete trovare una stima aggiornata dei termini constatati da EUROVAT sulla nostra pagina dedicata alle tasse sul gasolio.

Legge Macron sui lavoratori dipendenti distaccati in Francia

  • Cosa esige la legge Macron nei confronti degli autotrasportatori stranieri in Francia?

    La legge Macron esige che tutti gli autisti stranieri che realizzano cabotaggio oppure operazioni di trasporto in partenza o con destinazione la Francia siano sottoposti alle regole francesi in materia di:

    • retribuzione (lo SMIC, salario minimo francese, deve essere loro applicato),
    • pari opportunità professionali,
    • durata del lavoro,
    • condizioni di lavoro,
    • ecc...

    Le aziende straniere che distaccano questi autisti sono altresì tenute ad avere un rappresentante in Francia.

  • Quali autotrasportatori sono interessati dalla legge Macron sul distacco di autisti in FRANCIA?

    Gli autotrasportatori interessati dalla Legge Macron sul distacco di autisti in Francia sono coloro che effettuano :

    • cabotaggio oppure
    • trasporto di merci o di persone in partenza o con destinazione la Francia

    Sono interessati tutti i veicoli, a prescindere dalla loro dimensione o il loro peso.

    Le operazioni di semplice transito e i trasportatori indipendenti non sono interessati dalla Legge Macron sul trasporto stradale in Francia.

  • Quali documenti devono essere forniti all’autista e conservati sul CAMION?

    L’autista è tenuto a conservare i documenti seguenti a bordo del veicolo e nel corso di tutta la durata dell’operazione di trasporto in Francia:

    • Una copia dell’attestato di distacco generata sul sito SIPSI.
    • Una copia del suo contratto di lavoro
    • Qualora l’autista provenga da una società di lavoro interinale: una copia della clausola aggiuntiva al suo contratto di lavoro e della convenzione di messa a disposizione
  • Quali documenti / informazioni è necessario fornire al rappresentante in Francia?

    L’azienda di trasporti straniera che distacca autisti in Francia è tenuta a fornire al suo rappresentante:

    • Una copia dell’attestato di distacco (è automaticamente trasmessa al rappresentante tramite il sito SIPSI)
    • Il contratto stipulato con il rappresentante ed il mandato di rappresentanza
    • Le buste paga di ciascun autista, per ogni mese in cui è stato in Francia
    • Una ricevuta di pagamento degli stipendi.

    Il rappresentante francese è tenuto a conservare questi documenti per 18 mesi successivi alla scadenza dell’attestazione di distacco. In caso di controllo, è tenuto a presentarli tempestivamente alle autorità francesi.

  • Qual è la durata di validità di un’attestato di distacco?

    L’attestato di distacco è valido per una durata massima di 6 mesi.

  • Come trasmettere l’attestato di distacco?

    L’attestato di distacco deve essere trasmesso in maniera dematerializzato tramite il sito SIPSI del governo francese.

  • Come si effettuano i controlli?

    I controlli possono essere realizzati da qualunque autorità francese (fisco, dogana, DREAL…), sulla strada così come nelle aree di sosta.

  • Qual è il salario minimo francese?

    Il salario minimo da rispettare ammonta a 9,76 euro lordi l’ora.

    Sono disponibili maggiori informazioni sul salario da applicare agli autisti distaccati in Francia in questa tabella fornita dallo Stato francese.

     

  • Quali sono le regole di durata del lavoro da rispettare?

    Si consiglia di consultare questa tabella fornita dallo Stato Francese:

     

  • Quali sono le diciture obbligatorie che devono essere riportate sulle buste paga?

    Le diciture obbligatorie sulle buste paga (o documenti allegati) ai sensi del decreto n° 2016-418 del 7 aprile 2016 sono:

    • Salario orario lordo convertito in euro, comprese le maggiorazioni per ore supplementari, nonché gli accessori al salario fissati a livello legale o convenzionale.
    • Periodo e orario di lavoro cui si riferisce il salario. È necessario distinguere le ore pagate all’aliquota normale e le ore che comportano una maggiorazione.
    • Congedi e giorni festivi con retribuzione ad essi riferita

    Le somme sono espresse in euro e sotto forma di importo lordo.

  • Quali sono le sanzioni in caso di mancata conformità alla Legge MACRON sul distacco di autisti in Francia?

    Assenza di attestato a bordo del veicolo o attestazione non conforme: 750 € massimo.

    Assenza, a bordo del veicolo, del contratto di lavoro del dipendente e, eventualmente, della convenzione di messa a disposizione del dipendente: 450 € massimo.

    Il mancato rispetto del salario minimo francese può comportare un’ammenda fino a 2.000 € per autista distaccato e fino a 4.000 € in caso di recidiva.

    Importo totale delle ammende applicabile ad una stessa azienda: massimo 500.000 €.

  • Qual è il ruolo di EUROVAT in qualità di rappresentante Legge MACRON degli autotrasportatori stranieri in Francia?

    EUROVAT vi rappresenta ufficialmente in occasione dei tragitti in Francia e dei controlli delle autorità. La società conserva i giustificativi nel corso della durata legale di 18 mesi successivi alla scadenza dell’attestato di distacco e garantisce la loro riservatezza.

  • Perché scegliere EUROVAT in qualità di rappresentante legale in Francia?

    EUROVAT mette a frutto le sue competenze acquisite in oltre 25 anni di attività nel recupero di IVA e tasse:

    • Una conoscenza approfondita dei trasporti internazionali,
    • Una competenza garantita nell’elaborazione di documenti amministrativi,
    • Una solida esperienza presso autorità quali il fisco e le dogane.